Andrea Pagliaccia Febbraio 4, 2016 Nessun commento

Lettera di referenze del datore di lavoro

Quando siamo in cerca di un nuovo lavoro, qualunque siano le ragioni che ci possano portare a questa scelta, è molto importante poter disporre di una lettera di referenze del datore di lavoro da allegare al curriculum vitae. Nell'articolo vedremo brevemente la natura della lettera di referenze, e alcuni consigli concreti per ottenere questo documento.

Cos'è e come scrivere la lettera di referenze

In primo luogo, chiariamo cos'è la lettera di referenze: ebbene si tratta di quel documento con cui una persona con la quale abbiamo avuto una collaborazione professionale - ma può trattarsi anche di un professore come avviene per la lettera di referenze per l'università - attesta le competenze che ha potuto riscontrare nel corso del tempo.

Proprio per la varietà di tipologie presenti è inoltre importante saper come scrivere adeguatamente la lettera di referenze che ci interessa. Nel caso di quella scritta dal datore di lavoro, questi dovrà essere in grado di mettere in risalto correttamente i tuoi aspetti professionali e umani, in funzione soprattutto della finalità che la lettera dovrà avere. A tal proposito sarà nostro compito fornire all'autore della lettera, tutte le informazioni necessarie.

Per quanto riguarda la richiesta, data la delicatezza dell'argomento, è raccomandabile rispettare delle accortezze, per non vedersi la strada sbarrata da un no del datore di lavoro. A tal fine è importante - qualora sia possibile - preparare nel tempo la richiesta, cioè non presentare la richiesta dalla mattina alla sera.



Lettera di referenze ex datore di lavoro

Lettera di referenze dopo licenziamento

E cosa succede quando il vecchio rapporto di lavoro si è interrotto a seguito dell'arrivo di una lettera di licenziamento? Non tutto è perduto, tranquilli. Si perchè, andranno valutate le condizioni in cui è avvenuta la rescissione del contratto.

Se è pur vero che, in caso di licenziamento per giusta causa, sarà obbiettivamente difficile presentarsi dal datore di lavoro per richiedere una lettera di referenze, la situazione è ben diversa nelle situazioni ad esempio di licenziamenti collettivi per fallimento.7

In casi del genere, è chiaro come il licenziamento non è imputabile a mancanze del lavoratore, e quindi avremo tutto il diritto - proprio in ottica della necessità di trovare un nuovo impiego - di richiedere il documento di referenze.

Esempio lettera di referenze del datore di lavoro

Di seguito troverai un esempio di lettera di referenze del datore di lavoro; potrai utilizzarla per prendere spunto su come dovrebbe essere la tua.

Se invece stai cercando qualche altro modello di lettera, dai un'occhiata alla pagina generale; troverai diversi i fac simile delle lettere più utilizzate.

Andrea Pagliaccia Febbraio 4, 2016 Nessun commento

Lettera di referenze per la badante

Tra i vari utilizzi di questo documento, la lettera di referenze per la badante è forse la tipologia più diffusa oggi giorno. Questo è sicuramente dovuto alla grande diffusione registrata negli ultimi anni da questa professione e, allo stesso tempo, dalla delicatezza della natura del lavoro. Nell'articolo cercheremo di approfondire meglio le caratteristiche generali della lettera di referenze, così come gli aspetti particolari legati ai lavori domestici.

Lettera di referenze generica

In generale, sappiamo cos'è la lettera di referenze? In breve possiamo definirla come quel documento attraverso cui è possibile confermare le nostre competenze; professionali in primo piano, ma ci si può concentrare anche su aspetti caratteriali piuttosto che - è il caso della lettera di referenze per l'università - all'ambiente accademico.

Nei casi in cui si è svolto un buon lavoro, l'ex datore di lavoro non potrà esimersi dal riportare le sue impressioni su questo documento di raccomandazione. Ad ogni caso, la maggior parte delle volte, spetterà a noi avanzare la richiesta della lettera di referenze, dato che - in fin dei conti - si tratta di un documento utile per la ricerca di una nuova occupazione.



Lettera di raccomandazione colf

Scrivere la lettera di referenze per la domestica

Come divevamo in apertura, nel caso delle collaboratrici domestiche questo documento assume una notevole importanza, poichè si tratta di una persona che con molta probabilità andrà a vivere nell'abitazione del datore di lavoro, o quanto meno vi passerà molte ore. Si capisci quindi l'importanza di sapere come scrivere la lettera di referenze, dato che dovrà essere in grado di offrire le necessarie garanzie sulle qualita della colf.

Di seguito alcuni degli elementi fondamentali da includere nel documento:

  • Le date del rapporto di lavoro;
  • Le tipologie di mansioni svolte;
  • Le competenze dimostrate;
  • Le ragioni per cui è stata interrotta la collaborazione;
  • Recapiti dell'ex datore di lavoro per ulteriori informazioni.

Lettera di referenze per la badante esempio

A seguire troverai un esempio gratuito della lettera di referenze per la badante da cui prendere ispirazione per compilare il tuo documento personale.

Se invece stai cercando qualche altro modello di lettera, dai un'occhiata alla pagina generale; troverai diversi i fac simile delle lettere più utilizzate.

Andrea Pagliaccia Febbraio 4, 2016 Nessun commento

Lettera di referenze bancarie

Con i tempi che corrono poter presentare una lettera di referenze bancarie è di fondamentale importanza per un'azienda che voglia ingrandire il proprio business o, semplicemente, poter approfittare delle diverse oppurtunità commerciali che gli si presentano. Cerchiamo quindi di conoscere meglio questo documento, non prima di vedere qualcosa sulla lettera di referenze in generale.

A cosa serve la lettera di referenze?

Molte volte, dietro le apparenze semplici, si nascondono realtà complesse: in parte, è il caso di questo documento. È importante quindi sapere bene cos'è la lettera di referenze, al fine di poterne fare un corretto uso. In breve, potremo definire la lettera come una specie di attestato, con cui si confermano le nostre competenze professionali e personali.

Oltre a conoscere la natura del documento, molte volte è utile sapere come destreggiarsi nella sua redazione. Per questo, ti raccomandiamo di approfondire come scrivere una lettera di referenze in modo da non trovarti impreparato nel momento in cui ti venga richiesto direttamente, o semplicemente ci sia bisogno di un tuo parere.



Referenze bancarie

La lettera di referenze della banca d'appoggio

Il caso della lettera di referenze bancarie è leggermente diverso; la principale peculiarità, risiede nel fatto che il soggetto in procinto di spendere delle parole a nostro favore è niente popo di meno che un istituto bancario; o meglio, la nostra banca d'appoggio. Per quale motivo? A cosa ci servirebbe una letterina della banca con cui si attestano le nostre capacità finanziarie? La risposta è: per tante ragioni.

In primis - procedendo in ordine d'attualita - per l'obbligo che, a seguito dell'entrata in vigore del decreto legge n. 163/2006, stabilisce come per poter prendere parte a gare d'appalto, è necessario per le aziende offrire una testimonianza della loro capacità finanziaria-economica: indovinate che documento è considerato valido a tal fine? Esatto, la nostra lettera di referenze bancarie.

Un altro uso per la quale la lettere di referenze viene considerata molto importante è nel corso dell'internazionalizzazione dell'impresa: con questo ci riferiamo al processo con cui l'azienda inizia a operare all'estero. In questo scenario, poter presentare un documento che attesti la nostra solidità finanziaria è a dir poco fondamentale per avviare i primi rapporti commerciali necessari.

Esempio lettera di referenze bancarie

Se stai cercando un esempio di lettera di referenze bancarie per verificare come dovrebbe essere questo importante documento, di seguito troverai un modello word da scaricare gratuitamente.

Se invece stai cercando qualche altro modello di lettera, dai un'occhiata alla pagina generale; troverai diversi i fac simile delle lettere più utilizzate.

Andrea Pagliaccia Febbraio 4, 2016 Nessun commento

Cos’è una lettera di referenze

Quando le domande si fanno dirette i nodi vengono al pettine. Ad esempio: sai cos'è una lettera di referenze? Di certo una vaga idea, un sentore, ci sarà; ma data l'importanza che oggi giorno le si attribuisce, sarà bene conoscerla meglio. Di seguito troverete qualche informazione al riguardo.

Perchè la lettera di referenza

In primo luogo, per capire meglio la natura di questo documento, è utile approfondire le ragioni del perchè ricorrere alla lettera di referenze. A tal fine, niente di meglio che un esempio concreto. Immaginate di essere una persona incaricata di scegliere tra due candidature: una con una lettera di referenze - ben venga se si tratta di una persona autorevole - e l'altra senza. Quale dei due candidati sareste portati a selezionare?



Speriamo che l'esempio ti sia servito per capire la funzione principale della lettera di referenze, che è appunto quello di rafforzare una candidatura; indipendentemente dal fatto che si tratti di una domanda di ammissione presso una università prestigiosa, piuttosto che per un lavoro da babysitter. Ad ogni modo, rispetto a una lettera motivazionale, la differenza di base è che le referenze vengono scritte da una terza persona, e non direttamente da noi.

Tipologia lettera di referenze

Lettera di referenze: tipo

Come abbiamo detto, la lettera di referenze può venire utilizzata in svariate situazioni; non necessariamente tutte relative all'ambito professionale. Al contrario, molte volte il suo utilizzo è di fondamentale importanza in ambito accademico. Di seguito elenchiamo alcune tipologie di lettere di raccomandazione; a nostro modo di vedere le più comuni oggi giorno.

Nonostante si tratti di un documento semplice nella sua struttura, cosi come nel contenuto, i diversi tipi di lettera sopra elencati dovranno presentare ciascuno delle proprie specificità. Questo, ovviamente, al fine di esercitare al meglio la loro funzione; ovvero, impressionare il nostro interlocutore.

Andrea Pagliaccia Febbraio 4, 2016 Nessun commento

Lettera di referenze per baby sitter

Per determinati lavori, avere una persona che ci "sponsorizzi" gioca spesso un ruolo decisivo in fase di selezione: è questo il caso della lettera di referenze per baby sitter. Nell'articolo passeremo in rassegna varia aspetti di questo documento, tra cui il contenuto essenziale da includere.

La lettera di referenze: cos'è

Prima di vedere gli aspetti specifici di questo documento, sarà bene vedere rapidamento cos'è la lettera di referenze. Si tratta di quel documento attraverso cui, un ex datore di lavoro - ma potrebbe essere anche un professore nel caso si tratti di una lettera di referenze per l'università - attesta le nostre qualità nonchè offre dettagli sull'avvenuto rapporto di lavoro.

Data la varietà delle situazioni in cui è possibile ricorrere a questo documento, è importante sapere come muoversi per scrivere una lettera di referenze; questo per far si che la lettera possa avere il maggior impatto possibile nel momento del suo utilizzo.



Baby sitter lettera di referenze esempio

Contenuto della lettera di referenze per baby sitter

Anche se ogni lettera dovrà avere inevitabilmente un contenuto specifico, basato sulle caratteristiche del caso concreto, è possibile individuare alcune degli elementi fondamentali da inserire nel testo della lettera di referenze per baby sitter:

  • il nominativo della persona che ha lavorato come baby sitter
  • il periodo del rapporto professionale e le ragioni che hanno portato alla sua conclusione
  • le mansioni svolte nel corso del lavoro
  • l'età dei bambini assistiti
  • un valutazione (positiva) sull'operato

Oltre a questi elementi, che rappresentano diciamo il minimo sindacale da scrivere nel documento, si potrebbero fornire ulteriori dettagli ralativi all'esperienza professionale - ad esempio richiamare delle circostanze avvenute che possano supportare quanto espresso nella valutazione.

Per incrementare il valore della testimonianza riportata con la lettera di referenze, oltre a quanto specificato sopra, è particolarmente gradito quando l'autore del documento lascia i propri riferimenti - con tanto di recapiti personali - per poter essere contattato nel caso si vogliano conoscere ulteriori informazioni.

Lettera di referenze per baby sitter esempio

Di seguito troverai un esempio di lettera di referenze per baby sitter da scaricare gratuitamente. Solo dovrai personalizzarlo con i tuoi dati.

Se invece stai cercando qualche altro modello di lettera, dai un'occhiata alla pagina generale; troverai diversi i fac simile delle lettere più utilizzate.

Andrea Pagliaccia Dicembre 21, 2015 3 commenti

Lettera di ringraziamento per una collaborazione

Quante volte abbiamo avuto l'occasione di lavorare con persone con cui ci siamo trovati poco bene? Svariate, scommettiamo. Allo stesso tempo però, ti sarà capitato di conoscere qualcuno con cui ti sei trovato a meraviglia: in questi casi, la lettera di ringraziamento per una collaborazione, più un dettaglio superfluo, diventa un atto dovuto. Vediamo come poter fare per ottenere un buon risultato finale.

Scrivere una lettera di ringraziamento per una collaborazione

I rapporti di lavoro, mai come in questi anni, sono estremamente volatili e flessibili. Approfondire se questo sia un bene o un male, non è nostro compito; ne tanto meno la sede opportuna. Fatto sta che, proprio per questa condizione, dobbiamo essere in grado di testimoniare la nostra gratitudine nei confronti di quella persona con cui si è avuta una piacevole collaborazione professionale.

La lettera di ringraziamento non è di certo l'unico modo per testimoniare l'apprezamento nei confronti dell'operato di una persona, ma di certo, è il più impattante. Tuttavia, scrivere questo documento, non è semplice come mandare una email (o, peggio ancora un What's Up). Questo perchè una lettera, seppur personale e ufficiosa, presuppone una struttura da rispettare; cosi come degli elementi formali.



Scrivere frasi per ringraziamento di una collaborazione

Cosa dire in una lettera di ringraziamento per un lavoro

Esprimere in forma scritta quello che di solito - non forse vero che la maggior parte delle volte ringraziamo verbalmente? - facciamo a voce non è sempre facile. Ecco spiegate le difficolta per scrivere la lettera di ringraziamento. In particolar modo perchè magari sarà necessario ricorrere ad espressioni di ringraziamento specifiche, il cui utilizzo è rimasto scarso in questi tempi.

Tra le frasi di ringraziamento da inserire in questa lettera, si dovrà cercare di evidenziare appropriatamente la bontà del rapporto di collaborazione intercorso con una determinata persona, ad esempio ricorrendo a strutture come "in virtù della positiva esperienza professionale da poco terminata, ci piacerebbe...". Nel caso in cui ci fossere concrete possiblità di collaborazioni future sarà bene includere questo elemento nella lettera.

Esempio lettera di ringraziamento per una collaborazione

Se invece stai cercando qualche altro modello di lettera, dai un'occhiata alla pagina generale; troverai diversi i fac simile delle lettere più utilizzate.

Andrea Pagliaccia Dicembre 17, 2015 4 commenti

Lettera di ringraziamento aziendale

I tempi sono cambiati: il computer, la posta elettronica, ma soprattutto i social media, hanno rivoluzionato fortemente il modo di comunicare; anche all'interno di una impresa. Tuttavia, ci sono alcune situazioni in cui per manifestare la propria gratitudine, un imprenditore deve ricorrere alla lettera di ringraziamento aziendale. Vediamo meglio a cosa ci riferiamo con questo documento e in quali casi la lettera di ringraziamento è ancora un strumento necessario.

La lettera di ringraziamento per i dipendenti

Tra le situazioni più consuete per cui è raccomandabile utilizzare questo documento, rientra senza dubbio la lettera di ringraziamento per i dipendenti. Come dicevamo in apertura, nonostante esistano molte altre possibilità per comunicare con gli stakeholder dell'azienda (in questo caso il nostro staff), il ricorso a una lettera formale è il modo più indicato per fare un buon effetto.

Bisogna inoltre considerare come il contenuto del documento, dovrà in qualche modo regolarsi a seconda del modus operandi proprio della nostra azienda. Il caso di uno studio di avvocati, come scrivere la lettera di ringraziamento sarà differente, per scelta del lessico, da come lo farà una azienda di abbigliamento. Frasi tipiche da inserire possono essere ad esempio "la mia più grande stima e gratitudine per aver collaborato cosi efficacemente per il raggiugimento degli obiettivi comuni".



Lettera di ringraziamento ai clienti

La lettera di ringraziamento per i clienti

Un'altra circostanza molto comune per cui si ricorre ai ringraziamenti scritti, è la lettera di ringraziamento per i clienti. Rispetto al precedente esempio, questo è ancora più diffuso, dato che nulla gratifica un cliente come ricevere un qualcosa di concreto che possa testimoniare il sentimento aziendale.

Al riguardo infatti, oltre alla scelta della parole (un po' come nel caso della lettera di licenziamento), sarà importante anche il tipo di carta che si sceglierà e in generale l'aspetto finale che avrà la lettera di ringraziamento. Molte aziende poi, oltre al regalo cartaceo fanno pervenire nelle mani del cliente qualche altro piccolo dettaglio.

Le parole da utilizzare dovranno essere calibrate a seconda del comportameno che l'azienda ha di solito verso la sua clientela. In linea di massima, bisognerà esaltare il ruolo che riveste il cliente nel processo aziendale, magari utilizzando parole frasi come "grazie per la tua attiva partecipazione", o la classica "è con il tuo aiuto che siamo in grado di offrirti il meglio di noi".

Esempio lettera di ringraziamento aziendale

Se invece stai cercando qualche altro modello di lettera, dai un'occhiata alla pagina generale; troverai diversi i fac simile delle lettere più utilizzate.

Andrea Pagliaccia Dicembre 11, 2015 9 commenti

Lettera di dimissioni per giusta causa

Tra le varie ragioni che possono portare alle dimissioni, ce ne sono alcune positive: un'offerta di lavoro migliore, piuttosto che il sopraggiungere dell'età pensionabile. In altre situazioni pero, le motivazioni di fondo non sono necessariamente positive: in questi casi si farà ricorso alla lettera di dimissioni per giusta causa. Vediamo di cosa si tratta: la casistica più comune e qualche consiglio su come scrivere questo tipo di documento.

Lettera di dimissioni per giusta causa: i motivi

Come accennato nell'introduzione, il lavoratore dipentente ricorre a questa particolare tipologia di lettera di dimissioni solo in casi particolari: più o meno gravi. Tra questi rientrano ad esempio il demansionamento ingiustificato del lavoratore, omissione del pagamento dei contributi previdenziali, spostamento della sede di lavoro senza che questo sia dovuto da effettive necessità aziendali e via dicendo. Le situazioni più comuni tuttavia sono le seguenti.

Mobbing

Il termine "mobbing" racchiude una serie abbastanza ampia di situazioni o comportamenti vessatori da parte di colleghi, sia di livello superiore che inferiore, che rendono la permanenza complicata la permanenza del lavoratore all'interno dell'organizzazione aziendale.

Mancata retribuzione

Un caso di diversa natura, ma altrettanto diffuso, è quello del mancato pagamento della retribuzione da parte del titolare dell'azienda. Bisogna tuttavia aggiungere che tale comportamento deve essere reiterato nel corso del tempo per poter rappresentare una giusta causa di dimissione.



Come fare una lettera di dimissioni per giusta causa

Lettera di dimissioni per giusta causa senza preavviso

Cosa comporta il configurarsi di una delle condizioni sopra elencate? La risposta ce l'offre l'articolo 2119 del codice civile, con cui si stabilisce come in presenza di una giusta causa, al lavoratore dimissionario spetta il diritto di recedere senza preavviso, senza che questo comporti la possibilità di dover pagare l'indennità di mancato preavviso; al contrario, qualora si confermi la giusta causa, spetterà all'azienda corrispondere al dipendente un risarcimento pari ai giorni di preavviso non lavorati.

Come scrivere la lettera di dimissioni per giusta causa

Una volta maturata la decisione di presentare una lettera di dimissioni per giusta causa, è necessario sapere come farla. Alcune particolarità del documento, fanno si che non tutte le informazioni fondamentali della lettera di dimissioni debbano essere contenute al suo interno; anche se la struttura resterà la stessa. Tra queste ovviamente il calcolo dei giorni di preavviso, dato che le dimissioni per giusta causa avranno effetto immediato. Questo non ti impedisce, nel caso lo ritenga opportuno, concedere lo stesso qualche giorno di preavviso.

Maggiore importanza dovrà rivestire la parte in cui si espongono le motivazioni. Qui dovrai allegare le cause che ti hanno portato a rinunciare al contratto di lavoro. Sarà questa l'ultima occasione per accertare l'effettiva sussistenza della giusta causa; fondamentale per non incorrere in conseguenze poco piacevoli. Al riguardo tiene bene in mente che la giusta causa dovrà essere documentabile e verificabile in sede legale.

Fac simile lettera di dimissioni per giusta causa

Se invece stai cercando qualche altro modello di lettera, dai un'occhiata alla pagina generale; troverai diversi i fac simile delle lettere più utilizzate.

Andrea Pagliaccia Dicembre 11, 2015 10 commenti

Lettera di dimissioni con esonero di preavviso

Nel caso in cui il lavoratore dipendente si trovi nelle condizioni di dover interrompere il rapporto di lavoro immediatamente, dovrà fare ricorso alla lettera di dimissioni con esonero di preavviso. Si tratta di un documento ufficiale attraverso il cui si fa presente all'impresa tale condizione d'urgenza, a causa della quale si è costretti ad abbandonare il proprio incarico senza poter rispettare i termini di preavviso.

Primo passo: cercare un'accordo con l'impresa

Qual è il procedimento che regola l'invio di questa particolare lettera di dimissioni? Inizialmente, una volta accertata l'impossibilità di poter rispettare i giorni di preavviso, stabiliti secondo il settore e il livello contrattuale di riferimento, il lavoratore dovrebbe recapitare un primo documento - non la vera e propria lettera di dimissioni - con cui, oltre a portare a conoscenza l'impresa del relativo problema, si dovrebbe richiedere esplicitamente l'esonero dal rispetto del preavviso.



come redigere una lettera di dimissioni con esonero di preavviso

Lettera di dimissioni con riferimento al gentlemen's agreement

A questo punto gli scenari possibili sono due: nel caso l'azienda accetti la proposta del lavoratore, arrivando quindi a una sorta di "gentlemen's agreement", il dipendente potrà quindi procedere a inviare la lettera di dimissioni con esonero di preavviso. Quest'ultima dovrà contenere, oltre alle informazioni fondamentali, un esplicito riferimento all'accordo raggiunto; evidentemente con l'obiettivo di salvaguardarsi in futuro da eventuali rivendicazioni.

In caso contrario, il dipendente dovrà procedere all'invio di una lettera di dimissioni senza preavviso, in quanto a causa del mancato accordo si configurerà un caso di inadempienza degli obblighi di preavviso.

Fac simile lettera di dimissioni con esonero di preavviso

Se invece stai cercando qualche altro modello di lettera, dai un'occhiata alla pagina generale; troverai diversi i fac simile delle lettere più utilizzate.

Andrea Pagliaccia Dicembre 11, 2015 5 commenti

Lettera di dimissioni senza preavviso

La lettera di dimissioni senza preavviso è quel documento con cui il lavoratore comunica ufficialmente all'impresa l'interruzione del loro rapporto di lavoro. La particolarità di questa tipologia di lettera di dimissioni, sta nel fatto che la decisione presa viene trasmessa al datore di lavoro senza rispettare i termini di preavviso previsti dalla legge.

Cosa comporta l'invio senza preavviso delle dimissioni? In quali casi l'ordinamento italiano stabilisce che è legittimo? Ci sono delle differenze a seconda della tipologia del contratto? Bene, procediamo per gradi.

Lettera di dimissioni senza preavviso: cosa comporta

In primo luogo occupiamoci delle conseguenze dell'invio di una lettera di dimissioni senza preavviso. La legge italiana prevede che il lavoratore può recedere in qualsiasi momento dal contratto di lavoro che lo lega a una determinata impresa; tuttavia la cessazione del lavoro deve avvenire rispettando i termini di preavviso (questo avviene anche nel caso della lettera di licenziamento, ovvero quando l'interruzione avviene per volere dell'azienda)

La conseguenza principale è che il lavoratore, a seguito di un'azione amministrativa intrapresa dall'impresa, si vedrà obbligato a riconoscere a quest'ultima un'indennità di mancato preavviso, corrispondente in generale alla retribuzione che gli sarebbe spettata per il periodo di preavviso.



Come fare una lettera di dimissioni senza preavviso

Lettera di dimissioni senza preavviso contratto a tempo indeterminato

Ti chiederai: ma la norma si applica per tutte le tipologie di contratto? In effetti, il risarcimento previsto dall'indennità dovrà essere riconosciuto solo nel caso il lavoratore abbia firmato un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Lettera di dimissioni senza preavviso tempo determinato

Anche nel caso di contratto a tempo determinato tuttavia, pur non essendo applicabile l'istituto dell'indennità di mancato preavviso,  il datore di lavoro potrà appellarsi al giudice del lavoro per vedersi riconoscere un risarcimento per danno aziendale subito

Lettera dimissioni senza preavviso nel periodo di prova

Diversa è la fattispecie della lettera di dimissioni senza preavviso nel periodo di prova; qui si potrà inviare il documento senza dover avvertire con preavviso, proprio perchè non si è ancora arrivati alla firma di un vero e proprio contratto di lavoro, con l'annesso carico di diritti e doveri.

Come scrivere la lettera di dimissioni senza preavviso

Rispetto al documento classico, per scrivere una lettera di dimissioni senza preavviso bisogna tenere in considerazione ulteriori aspetti. O meglio: in realtà, il contenuto della lettera non includerà tutte le informazioni fondamentali, che al contrario vengono allegate in caso di dimissioni con preavviso.

Ad esempio, non dovrai fare alcun riferimento al conteggio dei giorni di preavviso, cosi come vengono previsti dal tuo CCNL, in quando le dimissioni che presenterai avranno effetto immediato. Un riferimento che dovrai includere nel documento, sarà quello relativo all'ultimo giorno di lavoro effettivo.

Rispetto alla lettera con preavviso, un aspetto da sviluppare maggiormente potrebbe essere quello relativo alle motivazioni, cercando cosí di chiudere positivamente la relazione. Questo perchè, a meno di accordi privati con il datore di lavoro o di una giusta causa, le dimissioni rappresentano un'inadempienza delle obbligazioni contrattuali, e come detto in precedenza motivo di risarcimento economico.

Fac simile lettera di dimissioni senza preavviso

Se invece stai cercando qualche altro modello di lettera, dai un'occhiata alla pagina generale; troverai diversi i fac simile delle lettere più utilizzate.