Indicazioni su come scrivere la lettera di motivazioni

La lettera motivazionale è un documento sempre più importante, sia in ambito accademico che professionale. Per aiutare tutti quelli che hanno bisogno di sapere come scrivere una lettera motivazionale, ecco una breve guida su cosa mettere e cosa non mettere al suo interno.

Cosa non scrivere nella lettera di motivazione

Perchè iniziare da cosa non scrivere? Il motivo fondamentale è che risulta molto facile confondersi, pensando di dover inserire informazioni che in realtà non devono far parte della lettera motivazionale.

Tra le cose da evitare, ripercorrere tutto quello che avete scritto nel curriculum, con tanto di date esatte, votazioni e materie approfondite, è un punto cui prestare molta attenzione. Se volete fare un accenno alla vostra specializzazione va bene, ma non dovete scrivere una pagina di “curriculum in prosa”.

Altra cosa da evitare è perdere troppo tempo dando informazioni superficiali che si possono tranquillamente trovare nel Cv, come dati demografici, mail, ecc.

Cosa scrivere sulla lettera motivazionale

Cosa scrivere nella lettera motivazionale

Per ottenere un lavoro – piuttosto che una borsa di studio – molte volte, un contributo importantissimo, ce lo fornisce tutto ciò che rientra nei cosidetti aspetti extra-curriculari. La lettera di motivazioni dovrà concentrarsi proprio su questi elementi, mettendo in mostra quelle qualità che non sono state inserite nel Cv.

A cosa ci riferiamo? Per esempio a quegli aspetti della nostra personalità che riteniamo possano essere importanti per la candidatura, cosi come esperienze personali che ci hanno permesso sviluppare una certa dimestichezza in ambiti correlati al posto sollecitato.

Al riguardo ti sarà sicuramente utile conoscere la struttura di una lettera motivazionale, al fine di sapere al meglio quando e soprattutto dove inserire una determinata informazione.

Personalizzazione del documento

Se dovessimo fare una classifica delle accortezze da osservare quando si scrive una lettera motivazionale, al primo posto metteremmo senza dubbio la personalizzazione. La ragione è presto detta. Il fatto è che per quando possono esserci delle regole generali su cosa scrivere e cosa evitare, ogni singolo caso presenterà delle esigenze specifiche che richiederanno di adattare la lettera di motivazioni.

Ad esempio una lettera motivazionale per un lavoro dovrà essere per forza di cose diversa da una lettera di motivazione per l’università. Il che ci porterà a dover riscrivere ogni volta un nuovo documento, pensato in funzione delle caratteristiche del destinatario. Ci dispiace darvi questa brutta notizia!