Quanto vogliamo iniziare una nostra attività, molto spesso ci chiediamo quale possa essere la forma societaria più adatta alla nostra idea. La ditta individuale è la forma giuridica più semplice e meno onerosa perché per la sua costituzione non sono richiesti particolari adempimenti; se non quello procedere all’apertura della partita IVA. Approfondiamo a seguire i principali aspetti di questa tipologia di azienda.

Cos’è una ditta individuale

La domanda che per prima ci viene in mente è appunto cos’è una ditta individuale. A tal proposito ci potrebbe essere d’aiuto, consultare la definizione di ditta individuale. In breve potremmo dire che la ditta individuale è quel tipo di impresa che fa riferimento a un solo titolare, l’imprenditore, il quale è l’unico responsabile e anche l’unico promotore della sua iniziativa imprenditoriale.

Allo stesso tempo, è importante avere chiare le idea riguardo un’altro aspetto – molto spesso fonto di incomprensioni e incertezze – relativo alla ragione sociale della ditta individuale. Cos’è e di cosa si tratta? Ma anche le prescrizione che impone la legge rispotto alla scelta del naming aziendale.

Cos'è la ditta individuale

Come aprire una ditta individuale

Come detto l’impresa individuale è la forma aziendale più semplice tra quelle prevista dall’ordinamento. All’imprenditore ad esempio, non si impone nessuna quantità minima di capitale iniziale da investire, cosa che al contrario avviene per le società di capitali. Ad ogni modo, essendo lui il principale ed unico referente di tutto il processo imprenditoriale, il rischio d’impresa ricade solo su di lui.

Cosa significa questo? Semplicemente che l’intero patrimonio dell’imprenditore individuale è soggetto al rischio d’impresa; in caso di fallimento o inadempienza dei debiti contratti dalla dittà, l’imprenditore risponderà nei confronti di questi con i suoi beni particolari.

Se stai pensando di aprire un ditta individuale, non perderti questi approfondimenti:

Prescrizioni per la ditta individuale

Nel momento dell’apertura della dittà individuale ci sono una serie di prescrizioni che la legge impone e che è necessario rispettare per poter portare a termine correttamente l’operazione. Tra le fondamentali rientrano i seguenti:

Inoltre, nel corso degli anni, la ditta individuale si potrebbe trovare nella situazione di dover assumere dei dipendenti: cosa fare in questo caso? È possibile per un imprenditore individuale assumere dipendenti? Si tratta di una tematica delicata che richiede una trattazione particolare.