Iscrizione ditta individuale

Uno degli aspetti più importanti quando si decide di avviare una propria attività è quello dell’iscrizione alla camera di commercio della ditta individuale. Insieme all’apertura della partita Iva, una delle prescrizioni fondamentali per poter aprire la propria ditta individuale. Vediamo come si svolge questa pratica e le agevolazioni prevista per l’impresa individuale.

Iscrizione al Registro Imprese della Camera di Commercio

L‘iscrizione al Registro Imprese è obbligatoria; questo è il punto principale da cui partire, indipendentemente che si tratti di anche imprenditori individuali o imprenditori agricoli e coltivatori diretti.

Questo significa che sono tenuti a richiedere l’iscrizione nel Registro delle Imprese della Camera di Commercio tutte quelle persone fisiche che esercitano una delle seguenti attività economiche:

1. Imprenditore commerciale individuale ovvero colui che esercita un’attività ricompresa tra quelle indicate dall’art. 2195 del codice civile;

2. Piccolo imprenditore commerciale secondo la definizione dell’art. 2083 del codice civile;

3. Coltivatore diretto sempre secondo quanto contenuto nell’art. 2083 del codice civile;

4. Imprenditore agricolo (non coltivatore diretto) di cui all’art. 2135 del codice civile.

Modifiche della modalità di registrazione

Oltre ai soliti pesci, il 1º aprile 2010 ha rappresentato una data importante per il lavoro autonomo: questo perchè è divenuta finalmente obbligatoria la Comunicazione Unica per la nascita dell’impresa da inviare all’Ufficio del Registro delle Imprese, sia nel caso delle ditte individuali che per quanto riguarda le società.

In cosa consiste tale comunicazione e quali vantaggi a prodotto? La procedura della Comunicazione Unica consente alle imprese l’invio digitale, per via telematica, delle relative domande di iscrizione al Registro delle Imprese, all’Inps, all’Inail e anche all’Agenzia delle Entrate. La comunicazione può riguardare anche la semplice variazione o la cessazione dell’attività.

Il significato di questa modifica è potenzialmente rivoluzionario poichè la conseguenza principale è che non si accettano più pratiche cartacee di iscrizione, modifica e cancellazione dal Registro delle Imprese relativamente alle imprese individuali.

Iscrizione al registro per la ditta individuale

La Comunicazione Unica è particolarmente vantaggiosa per la ditta individuale in quanto si tratta fondamentalmente di un servizio che permette al titolare di una impresa individuale di aprire la ditta individuale in completa autonomia, essendo in grado di presentare la domanda d’iscrizione al Registro Imprese attraverso una comunicazione telematica.

Tuttavia, non è sempre possibile ricorrere alla Comunicazione Unica: attualmente il servizio, proprio per la semplicità procedurale che lo caratterizza, non è utilizzabile nel caso in cui l’adempimento richieda il coinvolgimento di INAIL o del SUAP e nel caso di iscrizione di imprese artigiane.

Inoltre, per poter usufruire del servizio è obbligatorio disporre di una serie di strumenti, espressamente elencati dalla legge:

  • Casella di posta elettronica certificata (PEC);
  • Dispositivo di firma digitale;
  • Carta di credito per il pagamento di eventuali diritti di segreteria e bolli;
  • Utenza telemaco, per il solo adempimento di cancellazione.